ASTROLOGIA: I SEGNI ZODIACALI come modello di ENERGIA

  • Di ANDREA IRALI
  • I quattro elementi dell’astrologia (fuoco, terra, aria, acqua), sono gli elementi fondamentali di tutte le strutture fisiche, materiali e degli insiemi organici.
  • Ogni elemento rappresenta un genere fondamentale di energia e di coscienza che agisce in ognuno di noi. Poiché l ‘energia è anche materia, questi quattro elementi si amalgamano e si relazionano fra di loro formando tutta la materia esistente. La vita stessa, quindi, si manifesta in un complesso organizzato di energie che tiene insieme i quattro elementi fondamentali. Tutti e quattro gli elementi si trovano in ogni individuo, sebbene ognuno di noi può trovarsi maggiormente in sintonia con alcuni elementi piuttosto che con altri. Ciascuno di questi elementi fondamentali si manifesta in tre modalità di vibrazione differenti: Cardinale, Fissa e Mobile. Quindi quando combiniamo i quattro elementi con le tre modalità, troviamo i dodici principali modelli di energia chiamati SEGNI ZODIACALI.
ELEMENTALI

I segni zodiacali sono stati chiamati anche campi di energia, modelli archetipici o principi universali. I principi formativi universali sono le realtà viventi che l’astrologia rappresenta e  che possono anche tradursi con gli archetipi junghiani.

Questi modelli ”primari” si manifestano, anche sotto forma di energia psichica, non percepibile attraverso i sensi, ma altrettanto reale di qualsiasi oggetto materiale, anche se non può essere percepita attraverso la vista, il tatto, l’olfatto o il gusto.

Se possiamo accettare la realtà delle forze psichiche, possiamo sicuramente accettare la realtà delle energie creatrici invisibili di tutta la vita, materiale ed energetica. Questi creatori invisibili sono anche i modelli primari dell’energia o principi di formazione dell’universo. Jung li chiama archetipi perché essi hanno contribuito a modellare tutta la vita su questo pianeta sin dall’inizio dei tempi.

Un modo per comprendere i vari tipi di energia rappresentata dai segni zodiacali è quello di analizzarli in base alla loro modalità: (cardinale, fissa, mobile), e alla loro tipologia yin – yang, (femminile – maschile).

Ad esempio, i segni cardinali, “maschili”, Ariete e Bilancia, riguardano l’azione presente, basata sulla considerazione del futuro. I segni cardinali “femminili”, Cancro e Capricorno, riguardano il passato. I segni fissi, invece rappresentano l’energia centripeta, cioè l’energia che si irradia verso l’interno in direzione di un centro. Dei tre gruppi di modalità, quelli fissi sono i più orientati verso il presente, sia attraverso l’energia femminile, (Toro e Scorpione), che attraverso l’energia maschile, (Leone e Acquario). I segni mobili sono, invece, collegati al principio di armonia e possono essere concepiti come spirali di energia. Quelli femminili,( Pesci e Vergine), rappresentano spirali di energia diretta verso l’interno; in qualche modo dunque collegati più al passato, quelli maschili,( Gemelli e Sagittario), simboleggiano spirali di energia diretta verso l’esterno, l’alto e quindi orientati verso il futuro e danno origine alle tendenze profetiche dei Sagittari e alle infinite elaborazioni  mentali dei Gemelli.

Lo zodiaco era considerato dagli antichi l’anima della natura. Se consideriamo i segni zodiacali come modelli archetipici primari dell’energia dell’universo, possiamo capire perchè gli antichi abbiano attribuito loro tanta importanza, legata soprattutto alla loro suddivisione ternaria, (cardinale, fissa, mobile). Questa differenziazione dei segni è quella che li ordina secondo il ruolo (determinato dal passaggio in essi del Sole) che questi rivestono secondo il ciclo stagionale. Pur avendo ogni stagione il proprio “carattere” ,rimane invariato il fatto che i segni che ne rappresentano l’inizio (cardinali) avranno, tutti, un tipo di energia più diretta, impulsiva e nel contempo più elementare rispetto a quelli che occupano la parte centrale della stagione (fissi), a loro volta possessori di un’energia più stabile, forte e concreta rispetto a quelli che ne rappresentano la fine (mobili).

Un’altra interessante analogia è quella riferita al simbolo della Terra:

Come è facile intuire dall’immagine, il simbolo astrologico della Terra è un cerchio con all’interno due linee perpendicolari loro (croce cardinale), che suddivide il cerchio-globo in quattro quadranti, ognuno dei quali rappresenta il periodo del ciclo stagionale (primavera, estate, autunno, inverno). Questa intersezione lineare viene anche definita come Croce Cardinale.

Infatti, unendo tra loro i segni di una croce otteniamo anche un Grande Quadrato, figura geometrica che fin dai tempi antichi è stata presa a simbolo del mondo in cui viviamo, della Terra ma anche del Cosmo, ovvero dell’ambiente fisico in cui è immerso l’essere umano, rappresentando così i quattro punti cardinali (est, ovest, nord, sud), le quattro direzioni spaziali (alto, basso, destra, sinistra); venendo così a legarsi alle cose fisiche , alla struttura delle stesse, agli elementi essenziali-primari.

Croce Cardinale
Croce Fissa
Croce Mobile

CROCE CARDINALE>

E’ formata da due assi equinoziali (Ariete-Bilancia) e solstiziali (Cancro-Capricorno), cioè da quei quattro grandi punti del percorso apparente del Sole in cui si ha l’inizio delle stagioni, così che possiamo prendere questa croce a simbolo della vita che nasce, e comunque rappresentare, per la sua importanza, l’intelaiatura, la trama su cui si struttura la vita, così che i segni che la compongono possono veramente legarsi a parole come: Iniziazione-Relazione-Difesa-Conservazione

Stessa importanza per l’asse Cancro-Capricorno, che assolve a due compiti vitali per la salvaguardia della specie come: Nutrimento-Dipendenza-Protezione.

CROCE FISSA:

E’ formata da quattro segni che, simbolicamente parlando, si sono trovati ad avere un’enorme importanza in tutte le culture, tali da essere presi da motivo e sostegno della forza procreatrice celeste, e non a caso le quattro Stelle Reali: Aldebaran, Regulus, Antares, Fomalhaut, oppure pensiamo ai quattro evangelisti: Marco, Matteo, Luca e Giovanni.

Quando il Sole si trova a passare fra questi segni ci troviamo nel centro della stagione , nella sua parte stabile, così possiamo capire perché i segni che compongono questa croce hanno tutti a che fare con la “produzione” della vita, essendo, ad esempio, l’asse Toro-Scorpione l’asse della sessualità e quello del Leone-Acquario l’asse della fertilità, dei figli, della creatività.

Possiamo anche identificare i segni della croce fissa come figure-simbolo della vita, della sua continua creazione, quindi alla realizzazione della vita, che in senso più psicologico può tradursi con il realizzare se stessi.

CROCE MOBILE:

Quando il Sole si trova a passare in questi segni assistiamo al progressivo adattamento della natura a quella che sarà la stagione successiva, esprimendo quindi un tipo di energia che potremmo definire, appunto, mobile, flessibile, adattativa e accrescitiva-spirituale.

Facendo riferimento alla forza vitale ed energetica possiamo dire che i nei segni della croce mobile troviamo il lavoro incessante della vita, per continuare a confrontarsi e trasformarsi secondo le esigenze dell’ambiente, un adattamento continuo a livello fisico, psicologico, mentale e spirituale.

“Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso”.

Questo assunto ermetico ci dice che la realtà celeste assomiglia alla realtà terrestre e viceversa, il che ci fa vedere l’uomo come un microcosmo inserito in un macrocosmo, facente quindi parte di un sistema vitale permeato da un’energia che è parte integrante dell’universo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...